Tanta voglia di iniziar bene

Io lo so, sì lo so, come il Sole tramonterò

perché poi, perché poi all’alba sorgerò!

Ecco qua la tempesta che non si fermerà!

Da oggi il destino appartiene a me

(All’Alba Sorgerò – Frozen)

Citazione itinerante per iniziare questo primo racconto di questo primo carnevale targato 2018 in tema “Grease”. Grazie a Samy Maraschino per l’antipasto in salsa “sem scià vecc” per la maggiore età della gugga.

Catapultiamoci allora negli anni 50.

Ritroviamo così Danny Züka Züka (Tox, detto Orecchia Moscia cit. Ci) leader bulletto della banda dei Hunderkatze (Thunderbirds rivisto in chiave Stabiense) e le Pink Drink Leggins.

La storia racconta che una certa Silvye Van Olsson (TSA, Silvia Newtonno Jonas), una ragazzina bionda e per bene giurassiana si innamorerà perdutamente pazzamente ed irrimediabilmente del fascinoso Danny.

Danny grazie a lei sconfiggerà i moti intestinali che lo affliggono e ridarà una dignità alle sue orecchie mosce .

 

………………..due cuori una capanna…………

Tutto inizia all’alba di un sabato mattina quando le due bande rivali si ritrovano presso l‘Osteria Bistrot Ely & Romy di Maroggia. Grazie alla Romy figlia di Zot della tribù di Isostar della terra desolata dello Smirc (squot). Ed è qui che le prime avvisaglie di rivalità danno i loro frutti: gare di bevute, tatuaggi sul viso ed emissioni gassose (grazie a Monald Trumpet detto “Putzie” per l’accompagnamento sonoro fino a tarda serata). Tutto molto bello e toccante..

 

La contesa prosegue su di un grande cavallo di ferro che porterà le bande a sfidarsi a suon di balli e suonate sul palco interno ed esterno di Cadenazzo. Grazie agli amici della Carnasc per l’ottimo pranzo e per l’ospitalità

 

 

 

Le parrucche già grondano di sudore e la pelle trasuda già di frumento che verrà raccolto da Sonny (in arte Tano): “ vedrai che verrà utile per qualche giaciglio ove riporre i resti di Filo detto Il Molesto e di Suarz detto Trottolino Amoroso Dududadada’…”

Il gran cavallo di ferro già attende di esser sellato per il ritorno a Ndrisiome per la Meeeeega Festa ed è qui che il colpo di genio dei due maestri incontrastati degli alimenti sani Jack detto “Throbbing Vein” e Frank Stoppa detto “…lasciamo stare va…” ti va a spaccare in due lo stomaco: pane, patatine infuocate, affettati. Mentre Danny si appende a mo’ di scimmia e riposa sul portabagagli i due clan si sfidano a suon di musica (forse è troppa chiamarla tale) inquietando i presenti allibiti che assistono al mondo in declino. Penny detta Omino Michelin (per il costume da meccanico) dorme nonostante gli ronzino note intorno in sciami infernali.

La serata prosegue al mercato coperto (grazie Riva per l’invito!) dove i clan proseguono la loro faida dando al loro corpo ulteriori segnali poco rassicuranti. Il frumento aleggia in aria (come le puzze di Putzie e mastro Sonny è lesto a raccoglierne i frutti: da buona formichina mette da parte per poter colpire nel momento propizio (i tappeti da soli non bastano). Avvengono in questo luogo incontri ravvicinati del terzo Toplu: la nostra mitica Lui già appostata al tavolo. Grande!

Le bande si impreziosiscono di altri ulteriori elementi tra cui mi permetto di citare (non me ne vogliano gli altri) Little Deb(prestazione Maiuscola la sua durante la serata. Per la sala si aggira una figura inquietante: la controfigura della controfigura del nonno della controfigura del custode dello zio del vicino di Donald Trump (Shaggy).

 

La sfida a suon di musica è da brividi. The Run & Grease da paura oltre al pezzo Percüss. Ne usciamo sudati più di una sauna svedese (grazie gatto morto in testa).

La festa prosegue e Danny si esibisce nei pressi del palco, sembra una trottola impazzita o forse mette in atto una sorta di corteggiamento per la sua Sandy. Impazzano i Blues Brothers di Radio3iii.

La serata si chiude con quell’abbraccio tra i pochi rimasti sulle note degli 883 su “Gli Anni”. Una gran prima uscita

 

 

#tantavogliadifarbene

#vialtrisimatt

Love & Gris, Muschio

Quest’edizione 2018 presenta una novità: la nomina da parte mia (giuria composta da me e me stesso) di due vincitori ai quali consegnerò personalmente un coniglietto di cioccolata (senza orecchie) a fine carnevale. Tanti gli spunti e tanti i pretendenti.

Il premio molestie per questo primo carnevale va a : Pippo Sbrodolo Doninelli

Il premio “sei inquietante” va a: Stuarz

 

che dire….

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *