Bormio – The day before!

Non stancarti mai di aspettare perché il giorno più bello della tua vita può arrivare domani.
(Romano Battaglia)
___________________________________________________________________________

Gran fermento tra i ranghi Can & Gat!

È ormai da tempo che la data è in agenda, scolpita e fissata. È anche ora che si smetta di parlare della trasferta epica dei 10 anni, del Francesco che dormiva sul materasso in mezzo alla porta, di Piff & Tox capi curva a cena e della So davanti all’ascensore! (grazie ancora Lolli, Paolina e gli altri co-organizzatori di quei giorni epici)

La settimana è stata fremente nel gruppo di Whatsapp, Francesco è già pronto per andare alla stazione di Brüttisellen, come da indicazioni ricevute. Voci di corridoio parlano di un maestro che ha svaligiato negozi di alimentari e libagioni nel raggio di 100 km.
Si vocifera anche, con un misto di rammarico e terrore, che stavolta non sarà l’onnipresente Pisello a occuparsi di noi.

Come se non bastasse, nel pomeriggio giunge l’infausta novella: Schiomu da Pietrosan giace in infortunio, pertanto sarà l’unico sicuro di non essere vittima del coltello del più elogiato serial killer dei carnevali momò, ne dei suoi compagni di camera le cui elucubrazioni vi risparmio volentieri!

Incuranti di tutto questo siamo quasi pronti. Nessuna idea di cosa mettere in borsa, molte idee di cosa ciugnare in bus! L’avventura comincierà a un orario insolitamente tardo per i nostri ranghi, le 07.30 chez le scuole medie di Stabio, dove saremo accolti da una certa Cristina, che non sa ancora in quale guaio si sta cacciando.

I nostri eroi attraverseranno lande azzurre, fino a raggiungere Sondrio, ove saremo dissetati dalle sapienti otri di mastro Nino Negri. In seguito, se vi saranno sopravvissuti, spostamento in quel di Bormio, pomeriggio “a-la-carte”, cena e nottata no limit’sss!

Domenica trenino (non di quelli che piacciono a Beppe) e spostamento a St. Moritz, dove potremo far finta di essere sbroja seri.

Quali eventi caratterizzeranno il weekend? Quali cori rallegreranno l’ignaro autista? Quanti quintali di cibo e bevande spariranno tra le fauci fameliche dei musicanti in pausa? Riusciranno le ballerine a farci smaltire tutto con agili danze? Si resta in cinta guardando uno alla fermata del bus? (questa è solo per canegattini DOC)

A questi e molti altri interrogativi daremo risposta nelle prossime 72 ore, tremate!

PS: Fatevi belli, che faremo il remake del video di Torino 9 anni dopo :P

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.