Camel Party @ Cadenazz

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’animale giusto per un super soldato inter-specie è il koala. Ti troveresti con un esercito così carino che nessuno vorrebbe attaccarti (Sheldon Cooper)

 

 

 

 

 

 

 

Quello era un giorno particolarmente importante. Infatti, dalle terre di Cadenazzo (ndr: grazie Carnasc per l’accoglienza e la bella festaJ) era partito un invito rivolto a Jafar che avrebbero dovuto riunirsi in una assemblea durante la quale si sarebbe discusso di un argomento molto serio. Non mancò proprio nessuno. Il primo a prendere la parola fu il Jenio (Jack), indiscusso Re dei giochi di società. Nel rispettoso silenzio generale egli disse: “Carissimi sudditi, ci siamo riuniti oggi allo scopo di stabilire chi sarà il più inquietante della serata, ricordandoci di ritirare le 20’000 lire se si passa dal via ed eliminando ogni impurità del nostro corpo grazie alle abilità pluriomicide di Tano (detto Algaaa Ul Sirjan) affrontando insieme il lungo viaggio verso il luogo dell’evento (chi con il cavallo di ferro chi con il cammello di latta) dribblando gli eventuali pericoli insiti nel tragitto”. Il discorso continuò a lungo, sottolineato da applausi di assenso. Erano dunque tutti d’accordo: era necessario unirsi per superare qualsiasi problema della giornata.

 

 

 

 

 

 

Al termine dell’assemblea, ogni losco (o meno) figuro prese parte al grande cerimoniale organizzato per l’occasione sul cavallo di ferro. Ci fu cibo in abbondanza e bevande a volontà. Non mancava più nessuno solo non si vedevano i due unicorni. Mah…. Quando tutti furono sazi e soddisfatti ….si ricominciò l banchetto fino allo sfinimento alimentare e gastronomico. Qualcuno chiese al Genio, notoriamente allegro e vivace, di allietare la cerimonia con qualche spettacolo divertente. Questo, senza farsi pregare, salì sulla pedana con i suoi pari (gli altri puffi) e con agilità da giocatore di Squash misto Pelota Basca e simpatia perenne diede inizio ad una lezione sulla semantica e sul ruolo della carta Chevalier nel gioco del Catan (Per dire). I parirazza estasiati chiedevano autografi e si autoflagellavano in segno di ringraziamento agli dei per la saggezza incontrastata del J-enio.

 

 

 

 

 

 

 

Ma siori e siore non finisce qui. Lo spassosissimo genio di bluautomunito e i suoi pari, grazie alle moderne tecniche della scienza, a comando divennero rigonfi come tacchini durante la festa del ringraziamento (risparmiamoci la ricerca del ripieno) mostrando sul palco agilità che neanche il prode Beb Al Brascdafer possiede. Anche lo scopettone appeso sulla testa (i vecchi capelli di qualche membro in la con l’età e non) seguiva i moti ondulati dei quattro. Estasiati gli spettatori applaudirono come non mai, divertiti dall’abilità e forse l’indecenza di questo siparietto.

 

 

 

 

 

L’unico che rimase in silenzio fu il cammello goloso (TSA) che, reduce dalla fatiche di Ercole, decise di esibirsi nella caccia al Cervo Volante (mai decisione fu tanto infausta). Questo buffo animale, coadiuvato dai peli dei piedi di Jafar attaccati sull’ombellico, diede il via ad un balletto goffo e sgraziato. Egli non era affatto agile come il J-enio. Tra i fischi generali e un “Siete solo gelosi”, buttato la in forma arrogante da qualcuno (o qualcuna??), fu così costretto a ritirarsi nascondendosi in un angolo dove riversò i buoni propositi in una birra..

Arrogantemente tratto, rivisto e sventrato da “La Scimmia e il Cammello” (Favola di Esopo)

 

 

 

 

 

 

 

Foto della giornata (thx Syl, Chiara e quelli che ne hanno fatte)

 

Riassumendo la giornata e gli eventi

-Viaggio in treno viaggio sereno se la gente non viene molestata dai latrati

-Piovono bottiglie (nuovo film della Disney, protagonista Pippo Don Inhalibaba).

-Una rotonda sul muuuuuuuso (di-rottamente da Sanremo, canta Romy Piff. Dirigono l’orchestra Pippo Don e Emily Prantiss)

-Addio al celibato Frank (il momento di romanticismo più elevato della serata con tanto di dedica davanti a tutti. Love is in the air. You’re welcome)

-Molestie HCAP (improponibilità): i poveri giocatori vengono avvicinati e molestati con foto, selfie e frasi sconnesse da chi si è fermato di più. Qualcuno non troverà la strada di casa, qualcuno perderà pezzi e la dignità ritrovata in un grande prato verde dove nascono speranze che si chiamano ragazzi

-Tano entra in una dimensione parallela. Matrix

 

Improponibile della giornata: Nicola Piff

Eroe della giornata: Alessio Capiaghi per la sua esibizione sul treno con BPM almeno 220 (fonte Garmin) e i giovani (grande acquisto!)

Mascotte della giornata: Frank Stoppa

 

 

 

 

 

 

 

…che dire…

Senza offesa. Senza rancore ma con Amore

M.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.